Bocconi Sport Team riparte col brivido

//Bocconi Sport Team riparte col brivido

Bocconi Sport Team riparte col brivido

Inizio faticoso per il Bocconi Rugby Team, squadra cadetta del Chicken, nel campionato Uisp 2019/2020. Il 10 ottobre sul campo amico di Rozzano i rossoblu allenati da Luca Fazzo riescono solo all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di gioco ad avere ragione del Benacum, squadra coriacea ed organizzata ma presentatasi in campo senza un giocatore di riserva.

Bocconi Sport Team – Benacum 25-20

Il Bocconi Sport Team ha invece panchina lunga, nel secondo tempo ha modo di mettere in campo molte forze fresche eppure – anche a causa della indisciplina, che porta a inanellare falli su falli – soffre per settantanove minuti. A una manciata di secondi dalla fine, quando il punteggio è inchiodato sul 20-20 è Andrea “Man of the Match” Castelli, imbeccato dall’apertura Daniele Squassi a bucare di potenza la difesa avversaria e a chiudere la partita. Molto lavoro da fare ma anche tante note positive: prima tra tutte l’esordio in squadra di un bel gruppetto di universitari decisi a farsi valere. Welcome in the crew, guys!

Il tabellino

Bocconi Sport Team – Benacum 25-20
Bocconi: Deponti (Rossi), Pelizzon (Perez), Cipollino; Tatti (Castelli), Polito (Biasci); Rosina (Acerbi), Circo, Bouchmim (Occhipinti); Garnier (Weizmann), Squassi Diego (Tumino); Russo, Squassi Daniele, Squassi Dario (Lobbia), Correia; Pilli (Asami). Allenatore: Fazzo.
Marcatori:m. Russo, m. Correia, m. Pilli (tr.Pilli), c.p.Tumino, m. Castelli.

Le sexy pagelle

Tornano le pagelle del nostro Alberto “Sexy” Pilli in una veste rinnovata per la nuova stagione del Bocconi Sport Team:

Inizio di campionato ad alto tasso adrenalinico per il Bocconi Chicken Sport Team UISP Rugby International ASD, una partita che sulla carta si presentava come un test ampiamente alla portata dei padroni di casa e che invece ha tenuto sulle spine fino all’80esimo giocatori, allenatori e i 12 spettatori presenti. Un primo tempo quasi totalmente in controllo, con qualche errore di gioventù dovuto al poco affiatamento, poi una gestione dei cambi alla Cirque Du Soleil nell’intervallo rimescola le carte e le valvole cardiache dei presenti, ma una meta dell’MVP di giornata allo scadere degli 80 minuti regala ai Polli la prima vittoria con bonus.

Una piacevole novità di questa stagione è l’elevato numero di studenti stranieri: un miscuglio di razze, religioni e fedine penali che fa bene al rugby. E poi sentire gli Squassi parlare in inglese è sempre molto divertente.

Da quest’anno le sexypagelle non sono per tutti: troppe notti insonni a scriverle e troppe volte mi hanno sgamato che le scrivevo durante i meeting a lavoro. Quest’anno andremo a valutare le prestazioni solo dei più meritevoli, di chi si è distinto nel bene e nel male. Cambia la formula ma non l’oggettività del giudizio, super partes come sempre quindi… let’s go!

I galli nel pollaio

MARTIM 7: ‘o louco’, la rivelazione del pre-campionato in partita non delude. Inizia il riscaldamento due ore prima degli altri e infatti al fischio d’inizio è esplosivo. Conquista la fiducia dei compagni con un paio di risse abbozzate e si fa trovare sempre al centro dell’azione. Se impara che a rugby si gioca in 15 diventa devastante. JA’ SEI NAMORAR

LOBBIA 6.5: quando ha il pallone in mano si entra nella stanza dello spirito e del tempo e tutto rallenta, ma è per lui l’unica standing ovation della partita: con una finta di gomiti lascia sul posto un paio di giocatori e delizia il pubblico. Finisce con la mano dolorante, lui dice per una botta, alcuni pensano per il troppo tempo con la macchina da presa in mano, ma i compagni fanno pensieri maliziosi. ED SHEERAN

PILLI 7-: (dai, per una volta che mi dicono che ho giocato bene) un avanti clamoroso e due trasformazioni sbagliate, ma rimedia con una meta e un assist. Tira fuori tutta la sua padovanità in panca quando viene sostituito e a fine partita è ancora così carico che chiede a tutti i compagni se hanno bisogno di una mano per un trasloco, ma non trova soddisfazione. PIROGRAFO

I pollastri

CIRCO 5.5: sente probabilmente la tensione della prima da Capitano e soprattutto si presenta al campo senza la coppola. Cose che scombussolerebbero chiunque e infatti al momento dell’hurrà iniziale si dimentica anche il nome della sua squadra. Partita dura dietro le quinte, qualche difficoltà con il dizionario italiano-resto del mondo quando deve richiamare i compagni. SANSONE

DEPONTI R., 5.5: scambia la partita di oggi per il corso di pasta fresca fatta in casa, infatti in ogni raggruppamento è lì a mettere le mani dove non deve e conquista il record mondiale UISP di calci di punizione presi contro. Dimostra però grande maturità nell’affrontare situazioni complicate, confermandosi uomo squadra e anche ottimo intervistatore. LILLI GRUBER

PEREZ 5.5: la nuova leva che avanza a dare una mano ai vecchi. Un altro però che oggi forse sbaglia sport e con la palla in mano crede di essere alla lezione di salsa&merengue, perdendosi un po’ troppo in balletti e doppi-passo. Mi hanno censurato in passato su certi giudizi quindi oggi lui è: FARFALLINA

Mvp

CASTELLI, 7.5: per un’ora e 15’ non fa quasi niente, ma lo fa bene e non fa danni, poi quando tutti erano rassegnati ad un pareggio clamoroso ecco la zampata vincente del puma Castelli: prende palla all’ala, confonde i nemici con lo sguardo, rompe due placcaggi e la mette lì nell’angolino. Abbracci da tutti e un’intervista da non perdere (vai al link). ATTILA FLAGELLO DI DIO

Menzione d’onore

SQUASSI BROTHERS 7: in campo ricordano nelle movenze un po’ i 3 fratelli Barrett della Nuova Zelanda, fuori ricordano più i 3 fratelli della banda della Uno bianca, ma è sempre uno spettacolo vederli. Un grosso acquisto per la squadra UISP, prendi 3 e fanno la visita medica in 2. SCONTATI

ESORDIENTI tutti, 6+: devono affiatarsi, devono continuare a allenarsi, dovrebbero mettere su qualche chilo, ma dimostrano grinta e entusiasmo. Portassero anche qualche amica della Bocconi farebbero contenti anche i compagni di squadra. Continuate così. FOLKS

By | 2019-10-14T16:59:57+00:00 ottobre 14th, 2019|Cadetti|0 Comments

Leave A Comment