Chicken Cus Pavia, un piccolo passo per Eva, un grande passo per le Rocce

//Chicken Cus Pavia, un piccolo passo per Eva, un grande passo per le Rocce

Chicken Cus Pavia, un piccolo passo per Eva, un grande passo per le Rocce

Le Rocce del Chicken Cus Pavia (che giocavano in casa) hanno dimezzato di nuovo i punti subiti  (36 questa volta) e segnato la prima meta contro le ragazze di Casale.

In campo le rocce erano davvero al ”completo” con due ragazze tutorate del Lodi all’esordio. E che la meta, iniziata con “grande sacrificio e voglia dei due piloni”, sia stata concretizzata da un roccia del Lodi, va proprio a conferma del fatto che l’unione fa la forza.

Un mattoncino alla volta diciamo sempre. Domenica c’erano abbastanza mattoncini da costruire un gradino, e iniziare a salire.
L’ entusiasmo era davvero tanto sia prima di iniziare (“siamo entrate con un capitano che si è definito ‘elettrico’, quindi si parte bene”) che dopo (“le avversarie ci hanno fatto i complimenti”), sia in campo ( “cariche e concentrate e con tanti pacchetti di caramelle che ci aspettavano all’uscita – le caramelle sono sempre un buon motivo per fare bene”) che fuori (“mi stavo mangiando la bandierina dalla voglia di entrare”, “tifo sempre presente”).

Tanti i commenti e la voglia di raccontare…

“Abbiamo creato molte occasioni ma purtroppo non siamo ancora efficaci al 100%. Abbiamo lottato e siamo state a lungo vicino alla loro linea di meta, ma (gli avanti) continuavano ad entrare nonostante chiedessimo di aprire la palla. Le mischie sono andare bene, i punti d’incontro li conquistavamo quasi sempre. Le avversarie si sono trovate un po’ spiazzate coi calci perchè coprivamo bene anche il campo aperto.

Ci siamo davvero fatte sentire sull’altra squadra. Alla partita scorsa abbiamo iniziato qualcosa che non siamo riuscite a finire, ossia portarci a casa dei punti. Oggi finalmente abbiamo concretizzato.

Ad ogni partita si trovano errori, ma sono sempre diversi. Si è visto tantissimo il lavoro svolto nella settimana, da una partita all’altra sempre nuovi miglioramenti a vista d’occhio sia in attacco che in difesa.

Grande lavoro e sacrificio di tutti!

Ovviamente c’è ancora da lavorare ma è una crescita che continua a puntare in alto.”

LA CRONACA

Risultato: 5 – 36 (0 – 17)

Chicken Cus Pavia: Bruschi, Bellotti, Ramadan, Bovio (cap), Andreoni, Gurrado (70 Peni), Villa, Bertocchi (60 Franchi), Torra, Manera (70 Nascimben), Cortinovis (65 Bertocchi M.), Giordano, Carle (65 Cabrini), Turolla, Di Lauro (55 Greco)

Seconda partita in casa per il Chicken Cus Pavia che affronta il Casale capitanato da Barattin.
Partono subito forte le Rocce che tengono il comando del gioco e, per la prima volta in questo campionato, reggono l’impatto della mischia chiusa. I progressi della difesa visti a Colorno si confermano, infatti le ragazze di Casale passano in vantaggio solo al 20’ con un calcio piazzato del capitano Barattin. Casale che si ripete 2 minuti dopo con una meta al largo trasformata da Barattin,
10 a 0.

Le Rocce cercano di reagire attaccando e mantenedo il possesso del pallone per diverse fasi di gioco, ma purtroppo l’inesperienza e l’incapacità di sfruttare il gioco al piede non permettono al Chicken Cus Pavia di trasformare il possesso in vantaggio territoriale e quindi punti. Il Casale, che è una squadra più esperta riesce a sfruttare meglio le occasioni e al 30’ marca un’altra meta all’ala propiziata da Barattin e trasformata dal capitano biancorosso. 17 a 0. Il primo tempo finisce con la squadra di casa riversata nella metà campo del Casale, anche se la tanto sospirata prima meta non arriva.

Nel secondo tempo la pressione delle Rocce si fa ancora più evidente, il gioco è compresso vicino alla linea di meta del Casale, ma delle scelte sbagliate penalizzano il Chicken Cus che non riesce a segnare, anzi al 17’ Barattin raccoglie una palla vagante nella propria area di meta, corre per 100 metri in solitaria e segna in mezzo ai pali. Dopo la trasformazione, sempre di barattin, il puntrggio è 0 a 24. Le Rocce accusano il colpo psicologicamente e Casale segna ancora al 24’, Barattin finalmente sbaglia una trasformazione e siamo 0 a 29.
Le padrone di casa di riprendono subito, ricominciano a macinare gioco e finalmente, dopo l’ennesima azione insistita a ridosso della linea di meta di Casale, al 30’ arriva la prima segnatura in Serie A nella storia del Chicken Cus Pavia. La segna la giovanissima Eva Greco, proveniente da Rugby Lodi (squadra tutorata) al suo esordio in Serie A e alla prima partita dopo un lunghissimo infortunio. Dopo che le compagne hanno fiaccato la resistenza delle avversarie, Eva vede una minuscolo pertugio nella difesa di Casale, e come il più esperto dei mediani di mischia raccoglie la palla, e si allunga quel tanto che basta per schiacciare sulla linea. La traformazione sbagliata, sempre da Greco, e la successiva meta di Casale valgono solo per la statistica. La partita finisce 5 a 36 e lascia alle rocce la consapevolezza dei miglioramenti fatti e dimostra che le ragazze possono giocare e competere anche con squadre di esperienza come il Casale.

By | 2018-01-22T22:47:42+00:00 novembre 2nd, 2015|Serie A Femminile|0 Comments

Leave A Comment