Chicken U14, il dolore del capitano

//Chicken U14, il dolore del capitano

Chicken U14, il dolore del capitano

Oggi ci siamo incontrati con il Monza, io e la mia squadra – il Chicken U14 – avevamo delle aspettative diverse rispetto al risultato ottenuto. Noi non eravamo ancora pronti, loro invece erano molto aggressivi. Prima azione: calcio d’inizio nostro, riusciamo a salire insieme e, grazie a una mischia, fare la prima meta con Alessandro Belotti, seguita dalla trasformazione di Riccardo Curti. Gli avversari però non si rassegnano ed è subito meta per il Monza.

Chicken-Monza 7-71

Noi pensavamo che, come avevamo fatto una meta, ne avremmo potuto fare facilmente un’altra. Alcuni di noi, però, hanno mollato il colpo troppo presto e il Monza ne hanno approfittato subito, cominciando a segnare una serie di mete: alla fine del primo tempo il risultato era già 7-36 per il Monza. Intervallo, il coach prova ad aggiustare le cose con alcuni consigli e qualche cambio, ma non serve a niente. Alcuni sono già rassegnati, altri hanno la testa tra le nuvole: non basta lo sforzo di pochi per raddrizzare la partita. Eppure per lunga parte del secondo tempo giochiamo bene, non subiamo mete fino a che il capitano finisce a terra per una gomitata appena sopra l’occhio. Ah, il capitano… ero io. Tra il dolore e la vista offuscata, l’unica cosa che capisco è che devo rialzarmi e tornare in campo con la mia squadra.

Purtroppo il medico me lo impedisce. Salgo in ambulanza e non so nemmeno come è finita la partita. Ma mentre sono qui steso mi piange il cuore pensando ai miei compagni.

Luca Ferlisi, capitano e centro U14

By | 2017-12-04T17:28:46+00:00 dicembre 4th, 2017|Under14|0 Comments

Leave A Comment