La prima volta non si scorda mai [Cit.]

    Ri-citando un titolo ispirato ad un discorso pre-partita (la prima in serie A delle rocce, ma questa, ormai, è storia nota) davvero originale. Parafrasando un po’ … il primo appuntamento dopo un lungo corteggiamento è già una vittoria, e si punta a vincere la guerra, non una battaglia. Aggiustarsi il mascara, sistemare la gonna, sorridere ed essere se stesse. Dare tutto, come sappiamo fare noi.

    È con questo spirito che si scende in campo. È con questa tensione che ci si prepara in spogliatoio. È la stessa tensione del pubblico, di chi ha passato un anno accanto a noi a preparare questo giorno. Farfalle nella pancia. Camomilla la sera prima.

    Il campo,morbido per la pioggia di sabato ma pieno d’erba, non rallenta le avversarie, e se la sconfitta in questo “derby” è un po’ scontata fin dall’inizio, il risultato numerico è in gran parte dovuto a pochi minuti di sconforto in cui ci siamo perse, subendo mete a ripetizione. Spesso all’ala. Ma nel bilancio vero della partita pesano, ben più dei punti, i restanti…settanta? forse anche ottanta minuti in cui la voglia ha supplito all’esperienza. Pesa “il primo minuto perfetto” (avrei voluto una telecamera per registrare quell’espressione a bordo campo) e pesano ancora di più i primi dieci minuti del secondo tempo (“undici e mezzo” come puntualizza il guardalinee più di parte che si sia mai visto), in cui non si è regalato un singolo metro e un singolo punto al Monza.

12079278_538743852967972_7099546487631499160_n

   Il premio migliore giocatrice in campo viene aggiudicato ad chi ha giocato “una partita di sacrificio”, lottando fin dentro l’area di meta, all’ultimo centimetro. Il premio Barbie invece viene assegnato (con una scusa qualunque…un piccolo intercetto) a chi ha giocato per la prima ed ultima volta con noi (per adesso, non pensate a cose tragiche, si sta solo trasferendo per un po’!).

    Se vi state chiedendo come proseguirà la nostra storia d’amore, sappiate che il secondo appuntamento è già in agenda. Abbiamo tre settimane per farci belle 😉


Source: Blog Femminile