Il rugbista del mese/6: Loris Giambusso

//Il rugbista del mese/6: Loris Giambusso

Il rugbista del mese/6: Loris Giambusso

Come ti chiami?
“Loris”
Va bene. Loris e poi?
“Loris Giambusso”
Quando sei nato?
“8 gennaio 2010”
Da quando giochi a rugby?
“Da quando avevo quattro anni”
Perbacco. E come mai sei arrivato a giocare al Chicken?
“A farmi giocare è stato Sergio Gallerati che è stato il mio primo allenatore”.
Va bene. Ma perchè proprio al Chicken, come ci sei capitato?
“Accompagnavo mio fratello Leandro che giocava. Ho detto: quando sono abbastanza grande voglio giocare anche io. E mi è piaciuto subito”.
E tuo fratello perchè giocava?
“Perchè giocava mio papà”.
Hai mai visto tuo papà giocare?
“Sì l’ho visto. Era forte” (la mamma in sottofondo: “ma non è vero! Ha smesso prima! Lo avrà visto al massimo al Dìdelghezz!“)
Qual è la cosa più bella di giocare a rugby?
“Placcare”
Non hai paura?
“No. Neanche di quelli grossi”
E quando c’è il fango e fa freddo?
“Mi piace ancora di più”
Da grande cosa vuoi fare?
“Il tallonatore. Mi piace l’idea di stare lì in mezzo. Voglio giocare tanti anni, così quando saremo grandi io e Leandro giocheremo insieme”
La mamma ha avuto il marito che giocava, il figlio grande che gioca, il figlio piccolo che gioca. E’ contenta di lavare tutte quelle maglie?
“Mi vede contenta ed è contenta anche lei”
(la mamma in sottofondo: “comunque non ha preso dal papà, ha preso dallo zio Flavio, è aggressivo come lui“)
By | 2018-02-28T10:59:40+00:00 febbraio 28th, 2018|Senza categoria|0 Comments

Leave A Comment